Cicloturismo - Rete civica del comune di San Benedetto Po

Itinerari naturalistici | Cicloturismo - Rete civica del comune di San Benedetto Po

CICLOTURISMO

I dintorni di San Benedetto Po sono caratterizzati dalla presenza di oratori, ville abbaziali, pievi matildiche, caseifici e numerose corti agricole, dove la preziosa opera di bonifica dei monaci è ancora oggi visibile percorrendo le piste ciclabili lungo gli argini che circondano il paese, che, grazie all’ attracco fluviale è anche il punto di partenza e/o arrivo per escursioni in motonave verso Mantova e lungo il Po.

Dal punto di vista paesaggistico l’elemento principale è la presenza silenziosa, quasi sempre, del grande fiume e dei filari di pioppeti nelle golene e lungo le rive.

Il territorio del Comune di San Benedetto Po si presta ottimamente a escursioni in bicicletta, tanto da essere inserito negli itinerari del Touring Club Italiano, tra i percorsi mantovani. E’ possibile, tra gli altri, effettuare un itinerario alla scoperta, nelle frazioni del paese, di quelle che erano le antiche corti monastiche che costituivano la base economica del cenobio: Mirasole, San Siro, Valverde, Bugno Martino, Bardelle, Zovo e Portiolo. I percorsi sugli argini, che proseguono lungo il fiume per oltre 35 km, sono compresi nella rete ciclabile transeuropea “Eurovelo”.

IN BICI CON MATILDE

Il paesaggio che un tempo si estendeva sulle terre mantovane di Matilde di Canossa (1046- 1115) era caratterizzato da boschi e paludi. Il Po fluiva sinuoso e senza argini, alimentato dai suoi affluenti, e quando le acque esondavano dagli alvei si espandevano e ristagnavano sulla piatta pianura. Bonifiche, disboscamenti, dissodamenti e messe a coltura, con l’iniziativa fondamentale dei benedettini, moltiplicarono le terre coltivate a cereali e vigneti. E intanto la crescita demografica, nelle campagne e nelle città, le coltivazioni rurali più diffuse e lo sviluppo dei mercati delle derrate agricole producevano una sempre più intensa agrarizzazione del suolo. Con tre ciclotour ci inoltreremo in un percorso volto ad esplorare passato e presente del patrimonio materiale e immateriale che abita i luoghi legati alla memoria della Comitissa. Ancora oggi, a novecento anni dalla morte, la memoria di Matilde mostra una sorprendente persistenza, indice di identità e di legame secolare. Ma ormai, chiusa la premessa, è tempo di esplorare il presente di queste terre.
 

Clicca qui per consultare l'itinerario

EUROVELO

EuroVelo 8 collega tra loro molte delle destinazioni turistiche più popolari: Barcellona, ​​Monaco, Venezia, la costa croata, Cipro e molte altre ancora. Non sorprende quindi che la rotta del Mediterraneo riceva più interesse di qualsiasi altra rotta EuroVelo. E mentre molte delle sue destinazioni sono già famose a livello internazionale, ci sono ancora molte gemme da scoprire lungo il percorso. 
 
 

PROGETTO VENTO

VENTO è il progetto di una dorsale cicloturistica che corre lungo il Po. Con i suoi oltre 700 km km è la più lunga in Italia. 
Ma VENTO non è soltanto un’infrastruttura ciclabile.

VENTO è un progetto di oltre 700 km di dorsale cicloturistica lungo il fiume Po, la più lunga d’Italia, da Venezia a Torino passando per Milano. Un concetto nuovo quello di dorsale cicloturistica: un’infrastruttura leggera, sicura e continua e interconnessa che riapre al pubblico il paesaggio italiano e il piacere di visitarlo, percorrerlo, scoprirlo con il ritmo giusto della bicicletta. È il paesaggio il nostro bene culturale più prezioso, il continuum fra monumenti, città e cittadini. Ed è la bicicletta a invitare centinaia di migliaia di nuovi visitatori da tutto il mondo nel territorio delle straordinarie aree interne del nord d’Italia.