CORONAVIRUS: - Rete civica del comune di San Benedetto Po

archivio notizie - Rete civica del comune di San Benedetto Po

CORONAVIRUS:

 

CORONAVIRUS - NUOVO DECRETO LEGGE DEL 25 MARZO 2020 N.19 CONTENENTE MISURE URGENTI PER CONTRASTARE LA DIFFUSIONE DEL COVID-19

 

PER CONTENERE E CONTRASTARE I RISCHI SANITARI DERIVANTI DALLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19, SU SPECIFICHE PARTI DEL TERRITORIO NAZIONALE O SULLA TOTALITA' DI ESSO, POSSONO ESSERE ADOTTATE UNA O PIU' DELLE SEGUENTI MISURE, PER PERIODI PREDETERMINATI, CIASCUNO DI DURATA NON SUPERIORE A 30 GIORNI, REITERABILI E MODIFICABILI PIU' VOLTE FINO AL 31.07.2020 (TERMINE DELLO STATO DI EMERGENZA DICHIARATO CON D.P.C.M. 31.01.2020) E CON POSSIBILITA' DI MODULARNE L'APPLICAZIONE IN AUMENTO O IN DIMINUZIONE SECONDO L'ANDAMENTO EPIDEMIOLOGICO DEL VIRUS:

 

a) LIMITAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONA, ANCHE PREVEDENDO LIMITAZIONI ALLA POSSIBILITA' DI ALLONTANARSI DALLLA PROPRIA RESIDENZA, DOMICILIO O DIMORA SE NON PER SPOSTAMENTI INDIVIDUALI LIMITATI NEL TEMPO E NELLO SPAZIO O MOTIVATI DA ESIGENZE LAVORATIVE, DA SITUAZIONI DI NECESSITA' O URGENZA, DA MOTIVI DI SALUTE O DA ALTRE SPECIFICHE RAGIONI; 

 

B) CHIUSURA AL PUBBLICO DI STRADE URBANE, PARCHI, AREE GIOCO, VILLE E GIARDINI PUBBLICI O ALTRI SPAZI PUBBLICI;

c) LIMITAZIONI O DIVIETO DI ALLONTANAMENTO E DI INGRESSO IN TERRITORI COMUNALI, PROVINCIALI O REGIONALI NONCHE' RISPETTO AL TERRITORIO NAZIONALE;

 

d) APPLICAZIONE DELLA MISURA DELLA QUARANTENA PRECAUZIONALE AI SOGGETTI CHE HANNO AVUTO CONTATTI STRETTI CON CASI CONFERMATI DI MALATTIA INFETTIVA DIFFUSIVA O CHE RIENTRANO DA AREE UBICAT AL DI FUORI DEL TERRITORIO ITALIANO;

 

e) DIVIETO ASSOLUTO DI ALLONTANARSI DALLA PROPRIA ABITAZIONE O DIMORA PER LE PERSONE SOTTOPOSTE ALLA MISURA DELLA QUARANTENA PERCHE' RISULTATE POSITIVE AL VIRUS;

 

f) LIMITAZIONE O DIVIETO DELLE RIUNIONI O DEGLI ASSEMBRAMENTI IN LUOGHI PUBBLICI O APERTI AL PUBBLICO;

 

g) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DI MANIFESTAZIONI O INIZIATIVE DI QUALSIASI NATURA, DI EVENTI E DI OGNI ALTRA FORMA DI RIUNIONE IN LUOGI PUBBLICO O PRIVATO, ANCHE DI CARATTERE CULTURALE, LUDICO, SPORTIVO, RICREATIVO E RELIGIOSO;

 

h) SOSPENSIONE DELLE CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE, LIMITAZIONE DALL'INGRESSO NEI LUOGHI DESTINATI AL CULTO;

 

i) CHIUSURA DI CINEMA, TEATRI, SALE DA CONCERTO, SALE DA BALLO, DISCOTECHE, SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO, CENTRI CULTURALI, SOCIALI, RICREATIVI O ALTRI ANALOGHI LUOGHI DI AGGREGAZIONE;

 

l) SOSPENSIONE DEI CONGRESSI, DI OGNI TIPO DI RIUNIONE O EVENTO SOCIALI E DI OGNI ALTRA ATTIVITA' CONVEGNISTICE O CONGRESSUALE, SALVA LA POSSIBILITA' DI SVOLGIMENTO A DISTANZA;

 

m) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DI EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVA DI OGNI ORDINE E DISCIPLINA IN LUOGHI PUBBLICI O PRIVATI;

 

n) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA' LUDICHE, RICREATIVE, SPORTIVE E MOTORIE SVOLTE ALL'APERTO O IN LUOGHI APERTI AL PUBBLICO;

 

o) POSSIBILITA' DI DISPORRE O AFFIDARE ALLE COMPETENTI AUTORITA' STATALI E REGIONALI LA LIMITAZIONE, RIDUZIONE, SOSPENSIONE O SOPPRESSIONE DI SERVIZI DI TRASPORTO DI PERSONA E DI MERCI, AUTOMOBILISTICO, FERROVIARIO, AEREO, MARITTIMO;

 

p) SOSPENSIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA, ATTIVITA' DIDATTICHE  DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO, ISTITUZIONI DI FORMAZIONE SUPERIORE, COMPRESE UNIVERSITA', ISTITUZIONI DI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA MUSICALE E COREUTICA, CORSI PROFESSIONALI, MASTER, CORSI PER PROFESSIONI SANITARIE, UNIVERSITA' PER ANZIANI, CORSI PROFESSIONIALI ED ATTIVITA' FORMATIVE SVOLTE DA ALTRI ENTI PUBBLICI E DA SOGGETTI PRIVATI;

 

q) SOSPENSIONE DEI VIAGGI D'ISTRUZIONE, INIZIATIVE DI SCAMBIO O GEMELLAGGIO, DELLE VISITE GUIDATE E DELLE USCITE DIDATTICHE, PROGRAMMATE DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI OGNI ORDINE E GRADO SUL TERRITORIO NAZIONALE ED ALL'ESTERO;

 

r) LIMITAZIONE O SOSPESNIONE DEI SERVIZI DI APERTURA AL PUBBLICO O CHIUSURA DEI MUSEI E DEGLI ALTRI ISTITUTI E LUOGHI DI CULTURA EX D.LGS. N.42/2004;

 

s) LIMITAZIONE DELLA PRESENZA FISICA DEI DIPENDENTI NEGLI UFFICI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, FATTE SALVE LE ATTIVITA' INDIFFERIBILI E L'EROGAZIONE DEI SERVIZI ESSENZIALI PRIORITARIAMENTE MEDIANTE IL RICORSO A MODALITA' DI LAVORO AGILE;

 

t) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DELLE PROCEDURE CONCORSUALI E SELETTIVE FINALIZZARE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE PRESSO DATORI DI LAVORO PUBBLICI O PRIVATI, CON ESCLUSIONE DEI CASI IN CUI LA VALUTAZIONE DEI CANDIDATI E' EFFETTUATA ESCLUSIVAMENTE SU BASI CURRICULARI O CON MODALITA' A DISTANZA;

 

u) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA' COMMERCIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO, AD ECCEZIONE DI QUELLE NECESSARIE PER ASSICURARE LA REPERIBILITA' DEI GENERI AGRICOLI, ALIMENTARI E DI PRIMA NECESSITA' DA ESPLETARE CON MODALITA' IDONEE AD EVITARE ASSEMBRAMENTI DI PERSONE, CON OBBLIGO A CARICO DEL GESTORE DI PREDISPORRE LA CONDIZIONI PER GARANTIRE IL RISPETTO DI UNA DISTANZA DI SICUREZA INTERPERSONALE PREDETERMINATA ED ADEGUATA;

 

v) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI BEVANDE E ALIMENTI, NONCHE' DI CONSUMO SUL POSTO DI ALIMENTI E BEVANDE, COMPRESI BAR E RISTORANTI;

 

z) LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DI ALTRE ATTIVITA' D'IMPRESA O PROFESSIONALI, ANCHE COMPORTANTI L'ESERCIZIONI DI PUBBLICHE FUNZIONI, NONCHE' DI LAVORO AUTONOMAO, ESCLUSI I SERVIZI DI PUBBLICA NECESSITA', PREVIA ASSUNZIONE DI PROTOCOLLI DI SICUREZZA ANTI-CONTAGIO E CON ADOZIONE DI ADEGUATI STRUMENTI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE, OVE NON SIA POSSIBILE IL RISPETTO DELLA DISTANZA DI SICUREZZA INTERPERSONALE;  

 

aa) LIMITAZIONE ALLO SVOLGIMENTO DI FIERE E MERCATI, ECCETTO QUELLI NECESSARI PER REPERIRE I GENERI AGRICOLI, ALIMENTARI E DI PRIMA NECESSITA';

 

bb) SPECIFICI DIVIETI O LIMITAZIONI PER GLI ACCOMPAGNATORI DEI PAZIENTI NELLE SALE DI ATTESA DEI DIPARTIMENTI EMERGENZE E DEI PRONTO SOCCORSO (DEA/PS);

 

cc) LIMITAZIONE DELL'ACCESSO DI PARENTI E VISITATORI A STRUTTURE DI OSPITALITA' E LUNGO DEGENZA, RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE (RSA), HOSPICE, STRUTTURE RIABILITATIVE E STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI, AUTOSUFFICIENTI E NON, ISTITUTI PENITENZIARI ED ISTITUTI PENITENZIARI PER MINORENNI;

 

dd) OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE NEI CONFRONTI DI COLORO CHE SONO TRANSITARI E HANNO SOSTATO IN ZONE A RISCHIO EPIDEMIOLOGICO COME IDENTIFICATE DALL'ORGANIZZ. MONDIALE DELLA SANITA' O MINISTRO DELLA SALUTE;

 

ee) ADOZIONE DI MISURE DI INFORMAZIONE E DI PREVENZIONE RISPETTO AL RISCHIO EPIDEMIOLOGICO;

 

ff) PREDISPOSIZIONE DI MODALITA' DI LAVORO AGILE, ANCHE IN DEROGA ALLA DISCIPLINA VIEGNTE;

 

gg) PREVISIONE CHE LE ATTIVITA' CONSENTITE SI SVOLGANO PREVIA ASSUNZIONE DA PARTE DEL TITOLARE O DEL GESTORE DI MISURE IDONEE AD EVITARE ASSEMBRAMENTI DI PERSONE, CON OBBLIGO DI PREDISPORRE LE CONDIZIONI PER IL RISPETTO DELA DISTANZA DI SICUREZZA INTERPERSONALE PREDETERMINATA E ADEGUATA; PER I SERVIZI DI PUBBLICA NECESSITA', LADDOVE NON SIA POSSIBILE RISPETTARE TALE DISTANZA, PREVISIONE DI PROTOCOLLI DI SICUREZZA ANTI-CONTAGIO, CON ADOZIONE DI STRUMENTI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE ;

 

hh) EVENTUALE PREVISIONE DI ESCLUSIONI DALLE LIMITAZIONI DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE DI CUI AL PRESENTE COMMA, CON VERIFICA CASO PER CASO AFFIDATA AD AUTORITA' PUBBLICHE SPECIFICAMENTE INDIVIDUATE.

ili🚫 

 

 

CLICCARE QUI PER SCARICARE IL TESTO DEL DECRETO LEGGE.

 

Le violazioni al presente Decreto verranno sanzionate.

 

 

Il Sindaco
dr. Roberto Lasagna